Ischia Island experience – Da isola verde a isola dei motori

Posted: luglio 10, 2018
Category: CSIG Magazine
Comments: 0

Federica Kitty Collaboratrice WolflandRoad

Ischia Island experience – Da isola verde a isola dei motori 

 Ischia dal 22 al 24 giugno è stata lo scenario di tantissime lambrette,accorse per condividere la passione per le due ruote. Il moto club Old Lambretta Campania, presieduto da Domenico Terracciano,

ha accolto circa 60 lambrette e 110 iscritti, provenienti non solo dalla Campania ma anche da Lazio,Sicilia e Puglia. Motoraduno importante,perché è stata la tappa conclusiva del giro del mondo in lambretta di Filippo Genito e Francesca Montanari ,

 

 

 

partiti da Pomigliano d’Arco ad agosto scorso e che hanno attraversato 50 stati e 5 continenti - Grecia,Turchia, Kazakistan,Uzbekistan,Nepal,India,
Birmania,Laos,Vietnam,Cambogia, Thailandia,Malesia,Indonesia,Timor.est,

Australia,Nuovazelanda, Cile,Perù,Ecuador, Colombia, Argentina, Panama,Costarica,Nicaragua,Honduras, Elsalvador,Guatemala,Belize, Messico,Cuba, Florida, Alabama,Mississippi,Louisiana,

Tennessee,Arkansas,Missouri,Illinois,

Indiana,Michigan,Ontario,Newyork,

Massachusetts, Marocco, Spagna,Francia - a bordo della loro lambretta sx 150 del 1969 per un totale di circa 44000 kilometri.


 

 

 

A tagliare il traguardo, all’ombra del castello Aragonese, la lambretta protagonista del giro è entrata a far parte del Registro Storico della FMI, che annovera oltre 220mila moto iscritte. La Commissione Moto d’Epoca, guidata dal coordinatore tecnico Salvatore Pascucci e dall’ esaminatore nazionale Giovanni Angelico ha consegnato alla lambretta dei due straordinari protagonisti di questo avvincente viaggio il certificato di rilevanza storica e collezionistica. Il punto d’incontro è stato allestito presso l’Hotel Hermitage, nei pressi di Ischia porto dove tutti i partecipanti hanno trascorso momenti di assoluto divertimento e relax. Hanno avuto modo di scoprire le meraviglie che l’isola verde offre, percorrendo i luoghi più suggestivi e degustando i prodotti tipici della terra.

 

 

 

Sabato 23 giugno sul piazzale del soccorso ho intervistato il presidente Domenico Terracciano, il quale molto cordialmente è stato pronto a raccontarmi tutti i momenti del loro motoraduno. Di seguito l’intervista completa D.” E’ il sedicesimo raduno del moto club Old Lambretta Campania è stato organizzato in 3 giorni qui sull’isola d’Ischia. Il primo giorno venerdì 22 giugno, abbiamo iniziato le iscrizioni alle 15:00 al piazzale Aragonese. Dopodiché tutti i partecipanti hanno fatto un giro dell’isola in gozzo conclusosi con una grande cocomeraia. Con il TG5 presente,e altre reti locali, c’è stata la cerimonia per l’arrivo del giro del mondo. Filippo e Francesca sono nostri soci, li abbiamo supportati per tutta la durata del viaggio. C’era lo stand dell’FMI con l’esaminatore nazionale Giovanni Angelico, il coordinatore tecnico Salvatore Pascucci e il procuratore federale l’avvocato Antonio De Girolamo.

 

 

 

E’ stato consegnato il CRS a questa lambretta, avendo fatto richiesta prima della partenza per il giro del mondo. Il giro del mondo si ripete dopo 60 anni, la prima volta lo ha fatto comunque un Italiano, Cesare Battaglini. La loro impresa - (Filippo e Francesca) - è un po’ diversa perché erano in due su una sola lambretta. La sera siamo rimasti per borgo in festa, quindi i partecipanti si sono divertiti tantissimo, ballando e cantando. Stamattina -23 giugno- siamo partiti dall’hotel Hermitage, dove c’è il Lambretta Village, abbiamo fatto tutto il giro dell’isola. Prima sosta a Sant’angelo, di seguito a Forio alle cantine Pietratorcia per la degustazione dei vini. La chiesa del Soccorso dove ci troviamo adesso, prossima sosta Lacco Ameno e poi rientro in Hotel. Stasera relax e cena di gala con i ringraziamenti, taglio della torta e musica dal vivo. La giornata conclusiva di domani,24 giugno, la passeremo alle terme Castiglione.

Noi siamo più che soddisfatti, abbiamo avuto un grande successo si sono divertiti ed è andato tutto per il meglio”. Effettivamente, anche se non ho avuto modo di passare molto tempo con loro, l’aria che si respirava sul Soccorso era davvero un aria di fratellanza di amicizia e di grande unione. Durante l’intervista con Domenico alle nostre spalle tutti erano intenti a giocare a ridere e a farsi gavettoni d’acqua. Un clima davvero unico, che è trapelato anche a chi magari era li di passaggio. Grazie Domenico Terracciano per avermi concesso di essere presente e soprattutto per avermi lasciato vivere per pochi attimi quel clima di grande amicizia.

Grazie a Filippo e Francesca per aver risposto alle mie innumerevoli domande sul loro giro del mondo. E infine grazie a tutto il moto club Old Lambretta Campania per aver colorato ischia con le loro fantastiche lambrette. Il moto club ischia bikers ringranzia, infine , per averci reso partecipi del vostro evento. Un saluto a tutti, buona strada a tutti

Federica Kitty per Wolfland

Leave a Comment

Your email address will not be published.