STORIA DI UN’IDEA

Posted: marzo 25, 2018
Category: CSIG Magazine
Comments: 0

STORIA DI UN’IDEA
Danilo ha 39 anni e come dice lui, ha sempre vissuto in una terra dove è più facile vedere una pecora che
una moto, il Molise. E’ cresciuto in una famiglia dove le uniche due ruote ammesse erano quelle della
bicicletta ma questo inconsciamente ha stimolato sempre di più la sua voglia di avere una moto. Fin da
ragazzino ha desiderato un Vmax e possiamo capire il motivo: linee affusolate, design unico per i tempi e
una potenza che si faceva notare. Prima di arrivare a realizzare il suo sogno ha avuto per le mani il Fifty, una
Morini Excalibur, un Kawasaki Z400, il tanto ricercato Vmax e infine un CBR 600. Tutte queste moto gli sono
rimaste fedeli negli anni e ancora oggi sono nel suo garage. Una di queste - non il Vmax che non avrebbe
mai toccato - ha subito delle trasformazioni da lui e da suo fratello Maurizio, in particolare ci vuole parlare
dello Z400, se poi ha voluto punirlo o premiarlo per i tre mesi di ospedale che gli ha regalato, ce lo direte
voi!
Dopo l’incidente, la moto, è stata abbandonata per molti anni fino a quando ha deciso di restaurarla.. ma si
sa come vanno queste cose, pulisci qui, lucida là e iniziano ad arrivare le idee per una moto nuova, una
moto a sua immagine. Danilo ci ha messo un po’ a realizzarla perché ha voluto fare le cose per bene, l’ha
guardata a lungo, l’ha studiata e poi ha deciso di fare qualche bozza, per vedere come sarebbe stata oggi.
Il nostro garagista ha apportato modifiche strutturali come l’inclinazione e l’ampiezza del triangolo
sottosella, quella delle sospensioni, ha riposizionato e rimodellato la vaschetta porta batteria, ha modificato
la curvatura dei collettori di scarico e rimosso supporti e appendici vari. Durante i lavori ci sono stati
parecchi pezzi da sostituire e perché non pensarci da soli e realizzarli ex novo? La sella, il sottocoda, la
calotta del faro anteriore, l’impianto elettrico, i supporti per la strumentazione, il parafango anteriore e i
leveraggi pedana del freno posteriore/cambio sono tutti homemade. Dato che non si riesce a fare proprio
tutto da soli Danilo ha ultimato i lavori acquistando le manopole, i filtri dell’aria a cono, gli specchietti, gli
indicatori di direzione, la pompa del freno anteriore. Ecco qui... la sua Z400 ha nuova vita e si è trasformata
in una cafè racer... la sua personalissima Special! Grazie Danilo e buona strada!
Testo di Alice Mazzetto

Articolo bikers life marzo 2017

http://www.bikerslife.com/



 

 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.